Google adwords Keyword Tool External

Postato da regole-seo, in SEO software & utility, in data 10/10/2009

Tramite Keyword Tool External di Google Adwords è possibile, inserendo parole o frasi di nostro interesse, identificare una serie di keyword ad esso collegate con i rispettivi valori di “Volume di ricerca“, sia per il mese corrente che in termini di media mensile.

Nella colonna “Concorrenza tra inserzionisti” di Keyword Tool External è possibile avere un risconto approssimativo della concorrenza dei competitor su tali parole ma attenzione!
In questo caso stiamo parlando di concorrenza tra inserzionisti di annunci adwords e non di concorrenza effettiva dei competitor nelle ricerche su Google.
Sebbene questo dato in molti casi possa rispecchiare l’effettiva concorrenza anche in termini di competitor sulle ricerche, non è assolutamente detto che i due tipi di concorrenza abbiano valori corrispondenti.

google-adwords

Sito: adwords.google.com/select/KeywordToolExternal
Licenza: free
Lingua: Italiano
Tipologia: web

Commenti (5)

  1. PPC World scrive:

    No infatti. Anche secondo me i dati sono molto diversi. Per verificarlo basta fare una prova con strumenti come Google Trends e Gooogle Statistiche di ricerca.

  2. regole-seo scrive:

    C’è anche da dire che però sia Google Trends che Google Insights sono ancora molto deboli per quanto riguarda ricerche di nicchia.
    Io li trovo comodi per visualizzare gli andamenti rispetto determinate tematiche ma quando si tratta di identificare le keywords migliori tenendo conto sia della mole di ricerca che del numero di competitor allora l’aiuto che danno diminuisce di molto.

  3. PPC World scrive:

    Si è vero, e poi troppo spesso, provando a definire un periodo specifico per le keywords ricercate non esistono dati.

  4. Roberto Pala scrive:

    ” stiamo parlando di concorrenza tra inserzionisti di annunci adwords” verissimo. Bisogna fare attenzione quando si parla di Google Trends e di external tool. Molti utenti li utilizzano incrociandone il funzionamento in maniera errata. Google Trends si chiama così per un determinato motivo, non per caso. Altra cosa a cui stare attenti è la discrepanza che spesso si trova utilizzando l’external tool e Insight, provare per credere.
    A mio avviso, una giusta combinazione di questi struenti, l’aggiunta del suggest, dello studio della serp e l’esperienza personale basta e avanza per non commettere errori.

    Ciao ragazzi

  5. regole-seo scrive:

    Ciao Roberto.
    Ti riferisci a qualcosa in particolare quando dici: “Bisogna fare attenzione quando si parla di Google Trends e di external tool”?

Scrivi un commento