Calcolare il valore economico di un sito

Postato da regole-seo, in Approfondimenti SEO, in data 16/11/2009

valore-economico-sitoVi è mai capitato di chiedervi quale sia il valore del sito che avete realizzato?
Intendo il valore economico del sito
…sicuramente anche a voi in una o più circostanze avrebbe fatto comodo saperlo.
Certo non è un valore facilmente calcolabile, ci sono molte cose da considerare: la qualità del sito, quanto il sito è visitato, la sua popolarità sul web, l’indicizzazione nei motori di ricerca… …e comunque anche con questi dati in mano, tradurre tutto ciò in termini di dollari o euro non è certamente semplice.

Se fino ad oggi avete avuto questo problema e questo grande desiderio, be’, rilassatevi e mettetevi l’anima in pace;
i seguenti strumenti vi daranno si delle risposte, ma sono attendibili quanto è attendibile un treno di Trenitalia in un giorno di neve (o in un qualsiasi altro giorno del resto).

Ad ogni modo passo ad illustrarvi questi strumenti per il calcolo del valore di un sito.
Probabilmente vi incuriosiranno ed inevitabilemnte vi faranno anche perdere un po’ di tempo.
Alla fine cercherò di trarre qualche conclusione e i pareri altrui sono sempre bene accetti.

  • bizinformation
    Iniziamo con bizinformation.org.
    In effetti qui mettono le mani avanti dicendo che loro cercano di fare del loro meglio ma comunque è necessaria una ricerca ulteriore sul web per una conferma dei dati ottenuti (magari usando uno degli altri due strumenti :) ).
    Su bizinformation.org basta inserire un url per ottenere, oltre al valore del sito in dollari o euro, anche i seguenti dati:

    • Pagine visitate giornalmente
    • Visitatori giornalieri
    • Classifica Mondiale
    • Numero di Pagine
    • Collegamenti Esterni

    Ma non finisce qui. Se sarete soddisfatti del risultato ottenuto potrete anche inserire un piccolo “badge” sul vostro sito che mostra il valore ottenuto.
    (Non so però quante persone reputino attendibile tale valore… …forse mostrare che voi ci credete potrebbe recare più danno che guadagno :) ).

  • stimator
    Passiamo a $timator.com.
    Anche in questo caso basta inserire nell’apposita casella l’indirizzo del sito da analizzare per ottenere il suo valore e i seguenti dati:

    • Page Rank (dovrebbe essere il PR di Google… …ma allora perchè in certi casi si ottiene un valore superiore a 10? :) )
    • Backlinks
    • Volume di traffico
    • Social Bookmarking
    • Inclusione in directory
    • Valore del dominio

    Basta inserire alcuni siti famosi per notare che i dati ottenuti per alcuni di questi parametri risultano assurdi.
    Al di là del valore economico, tra questi primi due sembrano avere più senso i dati estratti da bizinformation.org.
    Anche in questo caso avrete la possibilità di esporre il badge col valore del vostro sito (sempre se lo credete opportuno).

  • professional-link-building
    Per finire ecco www.professionallinkbuilding.com.
    Anche in questo caso, nella parte bassa della pagina ci avvisano che i dati ottenuti possono non essere attendibili in quanto non vengono tenuti in considerazione tutti i fattori che possono incidere sul valore effettivo del sito.
    Il metodo è sempre lo stesso, inseriamo l’indirizzo dell’url e avviamo l’analisi.
    Dopo qualche secondo ecco i risultati:

    • Google Page Rank(questa volta sempre corretto nei test che ho effettuato)
    • Backlinks dai più famosi motori di ricerca (Google, Yahoo, MSN ecc…)
    • Alexa Traffic Ranking

    Su www.professionallinkbuilding.com tra l’altro, sotto all’immancabile “badge” da esporre sul vostro sito con il valore economico, vi vengono anche elencate le potenziali forme di reddito del vostro sito. Infatti ci viene indicato il guadagno mensile che potremmo avere su varie tipologie di advertising:

Facendo un po’ di test, inserendo sia siti famosi che non, sono giunto alle seguenti conclusioni:
parlando di valore economico i tre siti danno delle cifre spesso totalmente diverse l’una dall’altra e già questa prima cosa dovrebbe essere un chiaro segnale della scarsa attendibilità di tale dato.
Per quanto riguarda invece tutti gli altri valori, credo che il più attendibile sia www.professionallinkbuilding.com, con dei dati che più sembrano vicini alla realtà.
Questo potrebbe bastare a farci giungere alla conclusione che il valore economico dato da www.professionallinkbuilding.com è il più attendibile?
Lascio la risposta a voi.

Dei tre strumenti, quello che mi ha convinto di meno è $timator.com. In alcuni casi i numeri che risultanto sembrano davvero numeri casuali :)
Tra l’altro usando strumenti come il plugin Tamper Data di Firefox noterete che all’avvio dell’analisi di un sito tramite $timator.com sembra non partire nessuna richiesta verso Google analitics come invece avviene sugli altri due siti.

Queste dunque le mie idee su tali strumenti, spero di sentire qualche altra opinione!

Commenti (2)

  1. Jan Quarius scrive:

    Il primo tipo di servizio non è attendibile, il server non risponde. Il secondo mi dà qualche risposta, ma senza argomentare. Il terzo dà gli stessi risultati per qualunque sito io inserisca, a parte il grafico delle statistiche.

  2. regole-seo scrive:

    Ciao Jan.
    In effetti il primo sito sembra non essere più attivo.
    Hai trovato strumenti più attendibili o che danno risultati più dettagliati?

Scrivi un commento