Facebook offline_access deprecation: estendere l’access_token expiration time

Postato da regole-seo, in Programmatori (Beyond-SEO), in data 24/09/2012

[Parte 3 di 3] Facebook offline_access deprecation: la soluzione.

Indice articoli - "Facebook offline_access deprecation: la soluzione"

facebook-offline_access

Dopo aver visto quali sono le possibili soluzioni ai problemi causati dall’offline_access deprecation di Facebook, vediamo un esempio concreto di come implementare la soluzione numero 4:
“Avvisare preventivamente gli utenti della scadenza imminente dell’access_token e fornire loro uno strumento tramite il quale rigenerarlo”.

Il contesto applicativo è quello di un processo in background che non dispone di un’iterfaccia utente e, ancora più importante, la sua corretta esecuzione deve potere avvenire anche in assenza dell’utente.

Come sappiamo dalla documentazione ufficiale, Facebook da la possibiltà di generare degli access_token con una “expiration time” di 60 giorni.

Read the rest of this entry »

Facebook offline_access deprecation: le possibili soluzioni

Postato da regole-seo, in Programmatori (Beyond-SEO), in data 11/06/2012

[Parte 2 di 3] Facebook offline_access deprecation: la soluzione.

Indice articoli - "Facebook offline_access deprecation: la soluzione"

soluzioni-facebook-offline_access-deprecation

Nell’articolo precedente abbiamo visto quali sono i problemi derivanti della rimozione dell’offline_access token di Facebook e di come questa rimozione rappresenterà un grosso problema per tutte quelle applicazioni che non integrano un browser o che non prevedono la presenza di un utente che possa autenticarsi su Facebook all’occorrenza.

Infatti, anche se solitamente la documentazione delle API di Facebook presuppone la presenza di un utente che stia interagendo con un’applicazione tipicamente per mezzo di un browser o di una mobile app, potrebbero esserci casi in cui questi presupposti non abbiano senso.
Pensate ad esempio a processi schedulati ed eseguiti notte tempo per scaricare i dati da Facebook insight e creare della reportistica ad hoc.
Un altro esempio potrebbe essere quello di un’applicazione in esecuzione in background sulla macchia dell’utente allo scopo di recuperare, ogni giorno, l’elenco aggiornato degli amici dell’utente, controllare quali di questi compiono gli anni e mandare loro gli auguri in modo automatico.

Esempi se ne possono trovare tanti.
Si tratta appunto di applicazioni che non prevedono e soprattutto non necessitano della presenza dell’utente per dover compiere il proprio lavoro. In effetti spesso non dispongono neanche di un’interfaccia utente.

Dunque, poichè come abbiamo visto nell’articolo precedente il nuovo “access_token” di Facebook scade dopo 60 giorni, come possono queste applicazioni continuare a lavorare?

Read the rest of this entry »

Facebook offline_access deprecation: dove sta il problema e chi ne sarà coinvolto?

Postato da regole-seo, in Programmatori (Beyond-SEO), in data 20/05/2012

[Parte 1 di 3] Facebook offline_access deprecation: la soluzione.

Indice articoli - "Facebook offline_access deprecation: la soluzione"

Facebook-offline-access-deprecation

Chi ha a che fare con le API di Facebook, di questi ultimi tempi avrà qualche fastidiosa preoccupazione relative a ciò che accadrà successivamente alla rimozione dell’”offline access permission”.

In questo articolo, suddiviso in più parti, cercheremo di capire quali sono le implicazioni di questa rimozione, quali alternative abbiamo per aggirare il problema e individueremo i rari ma concreti casi per cui ora pare non esserci una soluzione.

Riassumendo, la modalità “offline access permission” dava la possibilità ad un’applicazione di potersi interfacciare con le API di Facebook anche qualora l’utente coinvolto nell’azione non fosse autenticato in Facebook.

In questo modo, tramite l’utilizzo di uno speciale “token” (stringa alfanumerica) chiamato “offline access token”, da utilizzare nelle invocazioni delle Facebook API, anche le applicazioni esterne al contesto web, quali ad esempio desktop application oppure applicazioni in esecuzione in background potevano compiere qualsiasi tipologia di azione utilizzando le API anche senza la presenza fisica dell’utente davanti al browser e senza conoscere le credenziali dello stesso utente. Read the rest of this entry »

“Beyond SEO” la nuova sezione dedicata ai programmatori

Postato da regole-seo, in Programmatori (Beyond-SEO), in data 14/05/2012

beyond-seo

Alcuni di voi avranno notato negli ultimi giorni qualche “loremipsum” di troppo tra gli articoli di regole-seo. :)
Si trattava semplicemente delle ultimissime prove tecniche precedenti alla messa on-line di Beyond SEO, la nuova sezione di regole-seo dedicata ai programmatori.

Questo nuovo colore “lime” contraddistinguerà tutti gli articoli e le guide della sezione Beyond SEO mentre il tradizionale “arancio” resterà legato alle tematiche relative alla search engine optimization.

Se vuoi saperne di più, vai all’indice della sezione Beyond SEO.