Nome dominio: puntare sul brand o sulle keyword?

Postato da regole-seo, in Approfondimenti SEO, in data 20/12/2010

keyword-rich-branded-domain

La fatidica domanda salta fuori quasi sempre quando sta per nascere un nuovo sito:
“Dovremmo acquistare un dominio contenente delle keywords strategiche utili per il SEO? Oppure puntiamo sul brand?”

Effettivamente è una domanda interessante ed a mio giudizio non esiste una risposta corretta in termini assoluti.
Vediamo dunque di analizzare quali possono essere i vantaggi delle due diverse strategie: branded domain e keyword-rich domain.

Chiaramente le due soluzioni non si escludono a vicenda.
Anche se la cosa non è sempre possibile, alcuni domini riescono a miscelare astutamente le due opzioni per trarne tutti i vantaggi del caso.

Branded domain

Un dominio o una url “brandizzata” è sicuramente importante dal punto di vista dell’identità del business e dell’azienda.
Il brand è in effetti tutto ciò su cui poggiano e incidono tutte le nostre azioni.
Il nostro brand comparirà sicuramente sul sito web, sui biglietti da visita, la carta intestata, le fatture, i depliant ecc…

Dunque il brand rappresenta ciò che le persone riconosceranno e assoceranno inevitabilmente a noi.

Ecco perché, in definitiva, risulta essere importantissimo avere il nome del prorio brand nel dominio:

  • E’ facile da ricordare e da memorizzare.
  • Rappresenta un ulteriore modo per porre ancora una volta i propri clienti (o potenziali clienti) di fronte al proprio marchio.
  • Permette di mantenere univocità e consistenza sul marchio che ci rappresenta. Modi differenti per identificarci infatti possono disorientare.
  • E’ sicuramente molto professionale.
  • Rispetto ad un keyword-rich domain, un branded domain appare sicuramente meno “spammoso” (…passatemi il termine :) ).
  • Nella maggior parte dei casi le url brevi sono più amichevoli e hanno più potere attrattivo per gli utenti.

Keyword-rich domain

D’altro canto esistono sicuramente situazioni in cui è preferibile un dominio basato su parole chiave accuratamente selezionate.
Si tratta principalmente di quelle situazioni in cui vie è un tentativo di “brendizzazione“.
Dunque in questo caso non esiste ancora un brand e vi è un tentativo di mettersi in luce come punto di riferimento su una certa attività o servizio.
In questo caso si vuole fare in modo che una determinata attività o servizio diventi anche una sorta di etichetta per identificarci.

Mentre nel caso del “branded domain” esiste dunque un brand più o meno affermato che rappresenta il punto di riferimento per una determinata attività, in questo caso vi è un’attività per la quale desideriamo metterci in luce per farci conoscere.
Una buona azione di partenza per affermarci insomma.

Chiaramente poichè le keywords nel nome di dominio contribuiscono a contestualizzare ed identificare ciò di cui ci occupiamo anche agli occhi dei motori di ricerca, questa può rappresentare un’ottima strategia dal punto di vista del ranking.

Dunque non esiste una risposta assolutamente corretta alla domanda “Dovremmo acquistare un dominio contenente delle keyword utili per il SEO?”.
Valutando però quali sono i prò e i contro delle due opzioni e conoscendo le proprioe esigenze diventa più facile capire quale scelta si adatta maggiormente ai nostri scopi.

Commenti (1)

  1. Sandro.aks scrive:

    Ciao!
    Intanto complimenti vivissimi per il sito nella sua interezza, da “appassionato” di SEO alle prime armi lo sto affiancando ad altre risorse e mi stai chiarificando le idee e aiutando in generale sotto molti aspetti, primo fra tutti l’aggiornamento delle buone pratiche che descrivi in queste pagine, insomma: ottimo lavoro!

    Faccio una domanda a cui ho trovato risposta solo in parte: io ho un sito con branded domain che sto ottimizzando seguendo le buone pratiche di SEO On Page; ho notato che nel settore di riferimento dell’aziendai keyword-rich domain sono poco o nulla utilizzati, nel senso che è difficile incontrare URL già occupati con nomi “propri” di categorie merceologiche e quant’altro. Può dare problemi aquistare dei keyword-rich domain e farli puntare con un redirect 301 alle pagine dei relativi prodotti sul sito aziendale? Possono sorgere contrasti tra l’ottimizzazione on Page e il redirect da queste pagine? Pensavo di creare landing page apposite sul sito aziendale con contenuti validi sui prodotti di riferimento e sui keyword rich domain acquistati fare una piccola ottimizzazione con metatag title e Description perché quando appaiono nelle SERP si veda che fanno riferimento all’azienda X per cui sto lavorando.

    Grazie mille per questo bellissimo lavoro e per l’eventuale risposta!

Scrivi un commento