Double result (o double listing) in Google

Postato da regole-seo, in Approfondimenti SEO, in data 04/07/2010

double-result-double-listing

Double result, double listing, indent listing. Sono tutti nomi per identificare un potente mezzo tramite il quale possiamo dare maggiore visibilità al nostro sito web all’interno dei risultati di Google.

Ottenere il double result tra i risultati di ricerca di Google significa ottenere per il proprio sito web due risultati uno in seguito all’altro, anziché uno solo tra i primi 10 risultati di Google.

Infatti, data una chiave di ricerca, quando Google trova due risultati per lo stesso sito aventi entrambi posizione compresa tra i primi 10 risultati, i due risultati vengono accorpati.
Il primo (il più rilevante) verrà visualizzato nella sua posizione naturale mentre il secondo verrà visualizzato indentato (indent listing) subito sotto al primo anche se la sua posizione naturale non sarebbe stata quella immediatamente successiva.
L’immagine qui sotto è un chiaro esempio di ciò che si ottiene con il double result.

double-result-regole-seo

E’ dunque ovvio che il nostro sito otterrebbe molti più click e visite in quanto una seconda pagina non posizionata bene come la prima potrebbe fare un bel salto in avanti nella SERP fino a raggiungere la posizione della pagina meglio posizionata.

Supponiamo ad esempio che nella prima pagina di Google (normalmente composta da 10 risultati), per una determinata query di ricerca si ottenga una pagina in posizione 1 e una in posizione 9. In questo caso si otterrebbe un duble listing che vede accorpati i due risultati nella prima e nella seconda posizione.

Dunque mi sento proprio di dire che il double result è un aspetto importante e che sarebbe da pazzi non tenerlo in considerazione per aumentare notevolmente la propria visibilità soprattutto per nicchie poco competitive.

Come ottenere il double result

  • Innanzitutto, se già non lo avete fatto, occorre posizionare una pagina tra i primi 10 risultati di Google su una determinata keyword seguendo, ad esempio, le regole di seo on-page e seo off-page e gli articoli di approfondimento sul SEO che trovate qui su regole-seo.
  • Il passo successivo è creare una seconda pagina ottimizzata per la stessa keyword per cui è stata ottimizzata la prima pagina. La cosa importante è che però i contenuti delle due pagine siano diversi per non incappare nei problemi di contenuti duplicati che molto probabilmente causerebbero l’uscita dalla SERP di una delle due pagine.
  • Ora occorre collegare la seconda pagina con un link inserito nella prima usando nell’anchor text la keyword per cui le pagine sono state ottimizzate.
  • Infine avremo bisogno di far salire la seconda pagina almeno fino alla decima posizione nel ranking di Google. Anche questa volta potremo affidarci alle regole SEO utilizzate nel primo punto o magari fare affidamento su pochi inbound link di buona qualità.

Chiaramente realizzare il double listing non è sempre semplice. Il mio consiglio è quello di identificare le pagine del vostro sito che già sono posizionate nei primi 10 risultati della SERP e creare per queste una seconda pagina che magari metta in luce altri aspetti dello stesso argomento o magari che approfondisca un aspetto ad esso correlato.
In questo modo dovrebbe essere più semplice ottenere un double result realizzando un contenuto interessante, senza duplicazioni, correlato a quello della prima pagina e ottimizzato sulla stessa keyword.

Scrivi un commento