SEO Off-Page

Ultmima modifica: 07/05/2012

seo-offpage

La seguente pagina raccoglie le principali tecniche e attività legate alla seo OffPage e all’incremento della link popularity.

Diversamente dalla seo OnPage che riguarda le attività svolte direttamente sulle pagine di un sito, con la seo OffPage l’attenzione si sposta sulle attività di promozione, divulgazione, condivizione e socializzazione all’interno del web.
Tutto questo allo scopo di far conoscere il proprio sito e accrescere la sua credibilità e il suo legame con altri siti autorevoli ad esso contestuali.

Le attività seo OffPage arrivano ad avere un’importanza enorme e potremmo dire che fondamentalmente la seo OffPage rappresenta la vera via per il successo di un sito.

Lo scopo dei motori di ricerca è quello di fornire risultati di qualità che possano facilmente soddisfare le ricerche dell’utente.
Poichè i motori di ricerca indicizzano una quantità enorme di siti, occorre loro un modo per distinguere e prediligere i siti più autorevoli da quelli meno autorevoli o addirittura da siti classificati come spam.

Per fare ciò si basano sulla link popularity ovvero la presenza su altri siti di link diretti al nostro sito. Tanto più il sito che ci collega con un link è è autorevole, tanto più ne risente la link popularity. Ma non è soltanto questione di autorevolezza. Gli esperti di seo OffPage, sanno che ad incidere di molto sulla link popularity è anche il contesto della fonte che espone un link al nostro sito.

Anche link provenienti da siti poco importanti sul web ma la cui tematica è fortemente collegata a quella trattata sul nostro sito, possono incidere significativamente sulla nostra link popularity.

Vediamo dunque i punti chiave della seo OffPage per accrescere la link popularity:

BACKLINK

  • Si tratta di un link presente su un sito esterno e che punta ad una determinata pagina web del nostro sito. E’comunemente chiamato anche incoming link, inbound link, inlink e inward link.

    E’ importante che l’anchor text di questi link sia una parola chiave contenuta nella pagina di destinazione e che diversi backlinc provenienti da diversi siti ma puntanti alla stessa pagina abbiano lo stesso anchor text.
    Questo farebbe aumentare la link popularity della nostra pagina su quella determinata parola chiave.
    Certo se i link sono stati inseriti da noi su un social network o su un forum la cosa è semplice. La questione si fa più complicata quando qualcun’altro ha pubblicato un link verso il nostro sito.
    In tal caso ad esempio saremmo costretti a richiedere a chi di dovere se gentilmente potrebbe modificare il link con il quale siamo stati citati.
    Uno strumento utilissimo all’analisi dei backlink verso il nostro sito è Link Diagnosis.

ESPOSIZIONE BACKLINK SUI FORUM

  • Praticamente titti i forum presenti su web permettono agli utenti iscritti e partecipanti alle discussioni di inserire una firma che segue il messaggio inserito.

    Nel rispetto delle regole del forum è possibile inserire uno o più backlinc con anchor text appropriato (vedi sopra).
    Chiaramente è importante che il forum tratti delle tematiche inerenti al nostro sito ed è altamente consigliata una reale partecipazione al forum per non rischiare che inostri interventi vengano identificati come attività di spam.

    Chiaramente il consiglio è quello di partecipare vivamente soprattutto nelle discussioni più “calde”, modificando gli anchor text nel modo più conveniente a seconda delle tendenze del momento.
    Tale modifica nella maggioranza dei casi è retroattiva e viene dunque propagata a tutti i nostri precedenti interventi.

    E’ molto utile anche inserire backlinc all’interno del messaggio stesso ma soltanto se realmente utili alla discussione e se attinenti al discorso.
    Generalmente questo tipo di inserimenti sono più opportuni quando ormai si è accquisita una certa popolarità tra gli utenti del forum.

    Anche i sondaggi all’interno dei forum possono essere un modo elegante per fare partire una discussione all’interno della quale possiamo poi inserire un backlinc utile.

ESPOSIZIONE BACKLINK TRAMITE SOCIAL MEDIA

  • I social media sono un ottimo mezzo per la promozione del proprio sito.
    Facebook, Twitter, Delicious e StumbleUpon sono soltanto alcuni nomi tra i più famosi.

    Tramite questistrumenti possiamo condividere backlinc al nostro sito ma non solo.
    Possiamo anche capire quali sono gli interessi del momento per trovare tematiche interessanti da trattare nel nostro sito, specialmente su social network on-line con un canale tematico vicino agli argomenti del sito.

    Le statistiche sulla pubblicità indicano che le persone che navigano su un sito di social network sono tendenzialmente più propense a cliccare sui banner degli annunci.
    Questo perchè tendenzialmente la gente naviga questi siti nel tempo libero, quando è più rilassata e può concedersi di divagare.
    Perchè questo non dovrebbe essere vero anche per i nostri backlinc condivisi su un social?

    I social media sono attualmente uno strumento importantissimo per pubblicizzarsi.
    Esistono anche strumenti gratuiti per creare un social network che potrebbe ad esempio essere di supporto ad un sito.
    Alcuni di questi sono www.tamtamy.com, www.relenet.com e www.ning.com.

ESPOSIZIONE BACKLINK SUI BLOG

  • Trovare e frequentare dei blog il cui contesto si avvicina alle tematiche trattate nel nostro sito può essere molto utile per inserire backlink, anche all’interno del commento stesso.
    Anche qui valgono più o meno gli stessi discorsi fatti in precedena a riguardo dei forum.
    I commenti devono essere pertinenti ed è senz’altro utile entrare prima in buoni rapporti con l’autore del blog.
    Tutto ciò per evitare che in nostri commenti vengano visti come spam

    Certamente i commenti su articoli più frequentati daranno maggiore visibilità ai backlink ma non solo.
    I primi commenti inseriti sono quelli più letti e inoltre, proprio perchè più in alto all’interno del codice saranno presi in considerazione con più facilità dagli spider dei motori di ricerca (come visto nella sezione seo OnPage)

    www.blogitalia.it è un ottimo punto di partenza per la ricerca di blog che potrebbero fare al caso nostro.

ISCRIVERE IL SITO ALLE WEB DIRECTORY

  • Le web directory, se usate correttamente, possono ancora rappresentare un aiuto per accrescere la link popularity del proprio sito.
    Anche se è ormai chiaro che le web directory vengono usate da una percentuale di utenti molto inferiore a quella che usa i motori di ricerca e anche se a lungo andare molte di esse perdono di qualità e di efficienza di manutenzione, esistono comunque delle ottime web directory che possono rappresentare una buona fonte di link per il nostro sito.

    Occorre sempre tenere presente che se un link si trova su un sito/directory di qualità allora può rappresentare una possibilità in più per portare traffico verso il nostro sito.
    Tutto ciò che occorre allora è sapere distinguere le web directory valide da quelle che non lo sono.

    1. - Generalmente web directory di bassa qualità possiedono poche categorie e liste di siti molto povere in ogni sotto categoria.
    2. - Spesso le web directory danno la possibilità di inserire un link reciproco nel proprio sito. Se invece di un’opzione dovesse essere un’azione imposta allora dovrebbe venirci più di qualche dubbio.
    3. - Occorre prestare attenzione che la web directory non contenga spam (generalmente link a casinò, farmaci, prodotti vari a sfondo sessuale ecc…).
    4. - Una web directory non dovrebbe mai richiedere dati sensibili senza fornire un’informativa relativa al trattamento dei dati.
    5. - Una volta identificata la categoria più opportuna per il nostro sito occorre verificare che i siti già contenuti siano coerenti con la categoria stessa e con le tematiche del nostro sito e che si tratti di siti di qualità.

    Una volta identificata una web directory valida è sempre opportuno leggere attentamente il regolamento da seguire per l’iscrizione del proprio sito, poiché le migliori web directory sono molto selettive.

    Il seguente strumento è molto utile come punto di partenza per la ricerca di web directory appropriate:
    http://www.whenweseo.com/web_directories/directory_search.jsp

    Poiché generalmente l’iscrizione ad una web directory richiede l’inserimento di una breve descrizione del proprio sito, un buon consiglio è quello di realizzare descrizioni differenti per ogni web directory per non incorrere in problematiche relative ai contenuti duplicati.

    Per concludere con l’argomento “web directory” vi rimando alla lista delle migliori web directory italiane ricordandovi una cosa molto importante:
    la qualità delle web directory può variare nel tempo. Una web directory di valore oggi potrà venire considerata piena di spam in futuro. Se in tal caso il nostro link apparirà in tale web directory e magari avremo un link reciproco nel nostro sito allora evremo un bel problema dato che un link a un sito spam situato in una nostra pagina è una cosa che dovremmo sempre evitare nel modo più assoluto.

CONDIVIDERE PRESENTAZIONI

  • Esistono siti che permettono di pubblicare il proprio materiale (presentazioni power point, pdf) fornendo inoltre le varie funzionalità dei social network.
    Possiamo dunque pubblicare tutorial, guide, presentazioni ecc. ottimizzate su determinate parole chiave, e collegate al nostro sito.

    www.slideshare.net è forse il più famoso di questi siti.
    Nelle presentazioni pubblicate è importante usare le parole chiave nei titoli e, tramite la funzionalità apposita, occorre “taggare” opportunamente il documento.

DIVULGAZIONE ELETTRONICA E NON

  • Oltre a quelli visti in precedenza esistono moltissimi modi per fare conoscere alla gente il nostro sito.
    Sfruttando tanti canali differenti è possibile portare nuove visite con la probabilità che qualcuno lo trovi interessante e decida a suq volta di condividerlo.
    Vediamo alcuni di questi modi:

    • La firma nelle e-mail: inserire nella firma delle nostre mail l’indirizzo del nostro sito è un’operazione semplice e supportata dai principali client di posta sia on-line che off-line.
      Sicuramente tra i vostri destinatari qualcuno non saprà resistere!
    • Il link nei sistemi di instant messenger: i principali sistemi di messaggistica come Google Talk, Messenger e Skype, danno la possibilità di inserire oltre al proprio nome utente anche la url del proprio sito che sarà visibile da tutti i contatti nella lista.
    • Supporti off-line: anche l’utilizzo di strumenti off-line (magliette, etichette, spille, adesivi ecc…) può essere di aiuto e incuriosire chi li nota.
      C’è anche chi suggerisce l’utilizzo della cartamoneta che sicuramente passerà tra le mani di chissà quante persone. Certamente quest’ultima tecnica, oltre a non essere sempre aprezzata, è ai limiti della legalità.
      Esiste una legge del secolo scorso che vietava di deturpare le banconote poichè raffiguravano il Re. Oggi questa legge sembra inapplicata. Pare che anche gli operatori bancari o delle poste usino scrivere sulle banconote per fini di conteggi. Tuttavia la legge esiste.
      Bhe… …in pratica l’unico limite dipende dalla fantasia!

ACQUISTO DI BACKLINK

  • Anche se questo tipo di attività non è vista di buon occhio dai motori di ricerca, se condotta con criterio e con scrupolo, può portare dei vantaggi.
    Ci sono tuttavia alcune cose da tenere in considerazione.
    Innanzitutto i siti di più autorevoli e di valore hanno prezzi piuttosto elevati.
    In secondo luogo l’avanzamento nel SERP e l’aumento della link popularity sono processi che richiedono tempo.
    Dopo l’acquisto di link è opportuno attendere due o tre mesi prima di poter essere certi di avere un riscontro del risultato che ne è derivato e di procedere con nuovi acquisti.

    In oltre bisogna considerare l’eticità dell’operazione. Avere molti link su un sito che contestualmente non centra nulla con i nostri contenuti potrebbe non essere visto di buon acchio dai motori di ricerca. Questi ultimi infatti continuano a mutare i propri algoritmi per evitare che alcuni possano trarre vantaggio a lungo da determinate tecniche poco etiche.

    Detto questo, prima di procedere all’acquisto di link da un sito è bene verificare alcuni elementi:

    • Un aspetto importantissimo riguarda il fatto che il sito da cui acquistiamo deve trattare tematiche contestuali a ciò che trattiamo nel nostro sito.
    • L’eta del sito da cui si acquista è un parametro importante in quanto per alcuni motori pare essere indice di autorevolezza e comunque incide indirettamente sulla sua popolarità.
    • E’ utile sapere quale è il traffico medio del sito da cui desideriamo acquistare e quanti visitatori nuovi e non ha ogni giorno.
    • Individuare quali altri siti puntano al sito da cui desideriamo acquistare. Una ricerca su Google tramite la sintasso link:nomeSito potrebbe esserci di aiuto.
    • Importante anche l’acquisto di link non solo verso l’home page del nostro sito ma anche verso altre pagine.
    • Dopo l’esposizione dei lbackink acquistati occorre verificare se questi ci sono effettivamente utili: non devono essere generati da codice javascript (non eseguito dagli spider) e non devono avere l’attributo rel=”nofollow”.
    • Occorre controllare che la pagina in cui verranno posizionati i backlink acquistati non contenga troppi link verso l’esterno che farebbero decrescere troppo il valore apportato dei link acquistati (ad esempio in termini di Page Rank).
    • Anche se può sembrare di dare inizio ad un procedimento senza fine occorrerebbe anche conoscere il valore dei siti che a loro volta puntano e sono puntati dal sito da cui desideriamo acquistare. Proprio perchè si tratta di un sito che vende link potrebbe ad esempio verificarsi che tale sito perda improvvisamente valore agli occhi dei motori a causa del puntamento verso troppi siti di basso valore.
    • Anche se può sembrare di dare inizio ad un procedimento senza fine occorrerebbe anche conoscere il valore dei siti che a loro volta puntano e sono puntati dal sito da cui desideriamo acquistare. Proprio perchè si tratta di un sito che vende link potrebbe ad esempio verificarsi che tale sito perda improvvisamente valore agli occhi dei motori a causa del puntamento verso troppi siti di basso valore.

    Per la ricerca di siti a cui acquistare link è possibile utilizzare l’ottimo sito www.alverde.net.

AZIONI VIRALI

  • Con azione virale si intende un’azione compiuta con il potere di diffondersi a macchia d’olio e molto velocemente nel sistema e tra le persone (non necessariamente nel web). Questo in effetti è il modo con cui normalmente si diffondono i virus.
    Questo tipo di azioni se ben condotte possono portare a risultati incredibilemente vantaggiosi.

    Generalmente un azione virale si basa dui seguenti punti:

    • Deve dare qualcosa di gratis agli utenti. Sarà scontato ma le persone sono sempre alla ricerca di qualcosa di gratis e, “gratis” è uno dei termini più ricercati.
    • Deve diffondersi rapidamente tra gli utenti, tramite web, siti, passaparola, portando con se un messaggio semplice e accattivante.
    • Deve giocare sull’emotività. Tramite un video divertente, un giochino personalizzabile o un’immagine d’effetto che suscita clamore o grande ilarità non solo resteremo nella mente di un utente ma sarà molto facile che questo voglia condividere la risorsa con molti altri!
      Un esempio di grandissimo successo di quanto appena detto è rappresentato da www.elfyourself.com, un simpaticissimo giochino di www.officemax.com che viene attivato sotto le feste natalizie. Il gioco permette ad un utente di inserire la foto del suo volto al posto di quello di un simpatico elfo danzante che fa gli auguri di Natale. Se lo avete provato o lo proverete, vi renderete conto che è davvero difficile resistere e non mandare gli auguri di natale a qualcuno utilizzando questo metodo originale e divertente!
    • Deve partire da un luogo già in grado di catalizzare molti utenti, ad esempio un’accesa discussione di un forum o in un commento ad un articolo di blog molto seguito. Tutto questo sempre nel rispetto delle eventuali regole del forum o dell’eventuale autore del blog.